Regime di capitalizzazione composto – produzione celata di maggiori interessi – violazione della trasparenza bancaria e degli obblighi informativi. Tribunale di Roma, sentenza n. 6897 del 05 maggio 2020.

Regime di capitalizzazione composto – produzione celata di maggiori interessi – violazione della trasparenza bancaria e degli obblighi informativi. Tribunale di Roma, sentenza n. 6897 del 05 maggio 2020.

Segnalazione a cura dell’avv. Simona Magazzeno del foro di Salerno. Con la sentenza in commento, il Tribunale di Roma, pur negando la presenza di anatocismo nel piano di ammortamento alla francese (con riconoscimento, tuttavia, di un anatocismo di tipo “finanziario”), offre importanti spunti di riflessione sul piano della trasparenza e degli obblighi informativi cui il...

Il tasso d’interesse e ogni altro prezzo e condizione praticati, devono essere chiari in base ad elementi obiettivamente individuabili. Cassazione civile, Sentenza del 17 aprile 2020, n. 7896

Il tasso d’interesse e ogni altro prezzo e condizione praticati, devono essere chiari in base ad elementi obiettivamente individuabili. Cassazione civile, Sentenza del 17 aprile 2020, n. 7896

La Cassazione civile con la sentenza in commento ha ribadito che, in ordine alla convenzione relativa agli interessi ultralegali,  l’accordo avente ad oggetto tale tipo di interessi soddisfa la condizione posta dall’art. 1284, comma 3, cod. civ. allorché, pur non recando l’indicazione in cifra del tasso di interesse, contenga il richiamo a criteri prestabiliti ed elementi...

Tribunale di Nocera Inferiore, Ord.  del 21 aprile 2020. Manipolazione dell’Euribor- nullità del tasso – ammissione CTU tecnico contabile – ricalcolo degli interessi ex art. 117 TUB.

Tribunale di Nocera Inferiore, Ord. del 21 aprile 2020. Manipolazione dell’Euribor- nullità del tasso – ammissione CTU tecnico contabile – ricalcolo degli interessi ex art. 117 TUB.

Il Tribunale di Nocera Inferiore, in un giudizio patrocinato dagli Avv.ti Manzo Mario e Simona Magazzeno, recependo la decisione della Commissione Europea del 2013 che ha sanzionato  noti istituti di credito per aver alterato il procedimento di determinazione  dell’Euribor con riferimento al periodo  29 settembre 2005 e 31 maggio 2008 , ha ammesso CTU tecnico...

Buoni fruttiferi postali serie Q/P dal 1° luglio 1986: si ai rimborsi degli interessi più favorevoli. ABF, Decisione n. 6142 del 3 aprile 2020

Buoni fruttiferi postali serie Q/P dal 1° luglio 1986: si ai rimborsi degli interessi più favorevoli. ABF, Decisione n. 6142 del 3 aprile 2020

Con la recentissima decisione, l’ABF ha stabilito che i titoli della serie Q/P sottoscritti dal 1° luglio 1986 potranno essere rimborsati con gli interessi più favorevoli. Il problema è nato perché per i buoni emessi a partire dal 1° luglio 1986 gli uffici postali hanno utilizzato dei vecchi moduli (di buoni fruttiferi postali) che appartenevano...

Nullità fideiussione ABI – illecito anticoncorrenziale – irrilevanza del momento in cui viene rilasciata la garanzia rispetto al provvedimento n. 55/2005 della B.I.

Nullità fideiussione ABI – illecito anticoncorrenziale – irrilevanza del momento in cui viene rilasciata la garanzia rispetto al provvedimento n. 55/2005 della B.I.

Un altro interessante arresto giurisprudenziale in materia di nullità fideiussione “ABI” per violazione della normativa antitrust; pronuncia resa nell’ambito di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, di cui è stata disposta la revoca. Gli opponenti lamentavano la nullità delle garanzie rilasciate in relazione a scoperti di conto corrente e rapporti di affidamento, in quanto...

Difformità tra TAEG effettivo e TAEG dichiarato in contratto  – conseguenze: ricalcolo piano di ammortamento al tasso BOT. Tribunale di Milano, Sent. n. 10860 del 26 novembre 2019

Difformità tra TAEG effettivo e TAEG dichiarato in contratto – conseguenze: ricalcolo piano di ammortamento al tasso BOT. Tribunale di Milano, Sent. n. 10860 del 26 novembre 2019

Con la recentissima sentenza in commento il Tribunale di Milano è intervenuto su un tema quantomai dibattuto e di rilevante interesse giuridico: quello della divergenza tra il TAEG indicato in contratto e quello e quello effettivo. Inserendosi nel solco di una giurisprudenza ormai consolidata, il Giudice ambrosiano ha incluso nel relativo calcolo i costi dei...

Buona fede – uso selettivo delle nullità di protezione nei contratti d’investimento finanziario. Cassazione  SS.UU., Sent. n. 28314/2019

Buona fede – uso selettivo delle nullità di protezione nei contratti d’investimento finanziario. Cassazione SS.UU., Sent. n. 28314/2019

Nella recente pronuncia, le Sezioni Unite ribadiscono che criterio guida nel valutare la legittimità dell’uso selettivo delle nullità di protezione nei contratti d’investimento debba pertanto essere il principio di buona fede, per evitare che l’esercizio dell’azione in sede giurisdizionale possa produrre effetti distorsivi ed estranei alla ratio riequilibratrice in funzione della quale lo strumento di...

Tutela dei consumatori – obbligo di verifica del merito creditizio – violazione:conseguenze. Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Sent. del 5 marzo 2020

Tutela dei consumatori – obbligo di verifica del merito creditizio – violazione:conseguenze. Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Sent. del 5 marzo 2020

La recente sentenza C-679/18 della Corte di Giustizia dell’UE, intervenuta su rinvio pregiudiziale di un Tribunale Ceco, si è pronunciata sull’interpretazione degli articoli 8 e 23 della Direttiva 2008/48/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, relativa ai contratti di credito ai consumatori. Nello specifico, la prima delle due norme statuisce l’obbligo per gli Istituti che...

Investimento rischioso, banca responsabile se non indica il rating. Cassazione Civile, Ord. n. 8212 del 27 aprile 2020

Investimento rischioso, banca responsabile se non indica il rating. Cassazione Civile, Ord. n. 8212 del 27 aprile 2020

La banca è tenuta a risarcire l’investimento rischioso in default e ad indicare il rating del titolo. Questo è quanto chiarito dalla Suprema Corte di Cassazione con la sentenza in commento, la quale ribadisce quelli che sono i doveri di diligenza degli intermediari professionali a tutela dei risparmiatori in base alle disposizioni di cui al T.U.F. ed il Regolamento...

Fondo patrimoniale costituito dal fideiussore – impignorabilità dei beni – valutazione della effettiva destinazione del finanziamento. Ordinanza n. 8201 del 27 aprile 2020

Fondo patrimoniale costituito dal fideiussore – impignorabilità dei beni – valutazione della effettiva destinazione del finanziamento. Ordinanza n. 8201 del 27 aprile 2020

Con questa interessante pronuncia la Suprema Corte si è espressa sul delicato tema della pignorabilità dei beni inclusi nel fondo patrimoniale. Nel caso di specie, gli immobili erano di proprietà di due coniugi, uno dei quali risultava fideiussore di un finanziamento erogato dalla Banca alla società, di cui questi era pure amministratore unico. A seguito...