Fideiussione: natura dispositiva art. 1957 c.c. – Cessione dei crediti: eccezioni opponibili dal ceduto. Tribunale di Modena, Ord. del 25 febbraio 2020 – Est. Grandi

Fideiussione: natura dispositiva art. 1957 c.c. – Cessione dei crediti: eccezioni opponibili dal ceduto. Tribunale di Modena, Ord. del 25 febbraio 2020 – Est. Grandi

Con la recente ordinanza in commento, il Tribunale di Modena ha rimarcato due importanti principi l’uno in tema di fideiussione, l’altro in materia di cessione del credito, sospendendo la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo opposto. In primo luogo, il giudice emiliano ha sottolineato che l’art. 1957 c.c., secondo cui “il fideiussore rimane obbligato anche dopo...

Illegittima segnalazione in CRIF – risarcimento del danno e adozione del criterio del “più probabile che non”. Corte Suprema di Cassazione, Terza Sez. Civile, Sent. n. 6167 del 5.3.2020I

Illegittima segnalazione in CRIF – risarcimento del danno e adozione del criterio del “più probabile che non”. Corte Suprema di Cassazione, Terza Sez. Civile, Sent. n. 6167 del 5.3.2020I

In tema di risarcimento dei danni subiti in conseguenza della segnalazione del nominativo in Crif, illegittima in quanto “frutto di una omonimia”, è risarcibile solo il danno – conseguenza, e non anche il danno evento che deve essere allegato e provato. Questo il principio espresso dalla Suprema Corte nella sentenza in commento, con cui è...

Mutuo di scopo – nullità del contratto se le somme vengono impiegate diversamente ex art. 1418 c.c. Corte di Cassazione Civile, Ord. n. 34535 del 27.12.2019 – Est. Scotti

Mutuo di scopo – nullità del contratto se le somme vengono impiegate diversamente ex art. 1418 c.c. Corte di Cassazione Civile, Ord. n. 34535 del 27.12.2019 – Est. Scotti

La Suprema Corte con l’ordinanza in commento, ribadisce un principio fondamentale in materia di nullità del mutuo di scopo. Nel caso di specie, in un mutuo edilizio in cui la realizzazione degli immobili rappresenta lo scopo del finanziamento, se gli immobili risultano ultimati prima della concessione del mutuo, la causa del contratto non esiste e...

Cessione del credito – rapporto ceduto non rientrante tra i crediti deteriorati – sospensione procedura esecutiva. Tribunale di Velletri, Ord. del 31 marzo 2020

Cessione del credito – rapporto ceduto non rientrante tra i crediti deteriorati – sospensione procedura esecutiva. Tribunale di Velletri, Ord. del 31 marzo 2020

L’ordinanza in commento, resa in un procedimento di opposizione all’esecuzione ex art. 615 cpc, è intervenuta nell’ambito del noto tema della cessione in blocco di crediti deteriorati. Il debitore ceduto contestava la mancata prova della titolarità del diritto di agire della cessionaria. Ebbene, è principio ormai consolidato in giurisprudenza quello secondo cui, in caso di...

Obbligo informativo dell’intermediario – risarcimento automatico – violazione obbligo di informazione. Corte di Cassazione, Sent. n. 7905 del 17 aprile 2020

Obbligo informativo dell’intermediario – risarcimento automatico – violazione obbligo di informazione. Corte di Cassazione, Sent. n. 7905 del 17 aprile 2020

L’intermediario finanziario che non adempie correttamente agli obblighi informativi deve risarcire il risparmiatore per la perdita subita. Vi è infatti una sorta di automatismo giuridico (“presunzione legale”) che postula la sussistenza del “nesso causale fra inadempimento informativo e pregiudizio”. La Prima Sezione civile della Cassazione, con la sentenza in commento, ha fissato con un principio...

Mutuo – Il regime finanziario del piano di ammortamento deve essere dichiarato – Indeterminatezza del tasso di interesse: nullità ex artt. 1346, 1418 e 1248 c.c. – Violazione della trasparenza. Tribunale di Campobasso, Sent. n. 158 del 26 marzo 2020 – Est. Dentale

Mutuo – Il regime finanziario del piano di ammortamento deve essere dichiarato – Indeterminatezza del tasso di interesse: nullità ex artt. 1346, 1418 e 1248 c.c. – Violazione della trasparenza. Tribunale di Campobasso, Sent. n. 158 del 26 marzo 2020 – Est. Dentale

Il giudice del Tribunale di Campobasso ha sancito la violazione degli articoli 1346, 1418 e 1284 cc, ritenendo che, l’indicazione del TAN, senza la specifica individuazione del piano di ammortamento adottato e del regime di capitalizzazione, comporta la nullità della clausola, per carenza del requisito essenziale della determinazione o determinabilità dell’oggetto . Infatti, come eccellentemente...

Rimesse solutorie – Adozione criterio del saldo “rettificato” per il calcolo delle rimesse solutorie. Tribunale di Milano, Sent. n. 176 del 20 gennaio 2020 – Est. Catalano

Rimesse solutorie – Adozione criterio del saldo “rettificato” per il calcolo delle rimesse solutorie. Tribunale di Milano, Sent. n. 176 del 20 gennaio 2020 – Est. Catalano

Per comprendere il principio espresso dalla Corte di Appello di Milano nella sentenza in commento, in tema di rimesse solutorie, occorre compiere una breve premessa sulla diversa connotazione di quest’ultime rispetto alle rimesse ripristinatorie, richiamandosi a quanto statuito dalle SS.UU. della Suprema Corta nella nota pronuncia n. 24418/10. Invero, le rimesse annotate in conto corrente...

Condanna alle spese – diritto della parte vittoriosa al rimborso del costo della CTP, Tribunale di Firenze, Sent. del 4 febbraio 2020, Est. Gheraldini

Condanna alle spese – diritto della parte vittoriosa al rimborso del costo della CTP, Tribunale di Firenze, Sent. del 4 febbraio 2020, Est. Gheraldini

Commento a cura dell’Avv. Carmen Voria del Foro di Salerno Un altro profilo interessante presente nella pronuncia in esame è quello relativo alla condanna alle spese nei confronti della parte soccombente. Le spese sostenute per la consulenza tecnica di parte (CTP), che ha natura di allegazione difensiva tecnica, rientrano tra quelle che la parte vittoriosa...

Nullità fideiussione ABI – Concorrenza – Interpretazione art. 101, par. 1, TFUE – Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Sent. 2 aprile 2020.

Nullità fideiussione ABI – Concorrenza – Interpretazione art. 101, par. 1, TFUE – Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Sent. 2 aprile 2020.

La recente sentenza C-228/18 della Corte di Giustizia dell’UE, intervenuta su rinvio pregiudiziale della Corte Suprema ungherese, ha chiarito alcune importanti questioni interpretative in tema di comportamenti/accordi anticoncorrenziali. In particolare, il giudice ungherese di ultima istanza era chiamato a pronunciarsi sull’accordo interbancario (in vigore dal 1996 al 2008) con cui taluni istituti di credito avevano...

Sentenza di condanna – dovuti ex lege gli interessi “MAGGIORATI” ex art. 1284, comma 4, c.c. – Tribunale di Firenze, Sent. 4 febbraio 2020, Est. Gheraldini

Sentenza di condanna – dovuti ex lege gli interessi “MAGGIORATI” ex art. 1284, comma 4, c.c. – Tribunale di Firenze, Sent. 4 febbraio 2020, Est. Gheraldini

  Commento a cura dell’Avv. Carmen Voria del Foro di Salerno Il Giudice Fiorentino ha precisato che alla domanda di condanna di una somma di denaro sono dovuti gli “ interessi maggiorati “   di cui al combinato disposto degli artt. 1284 comma 4  c.c. e D.lgs. n. 231/02, precisando inoltre che la liquidazione dei predetti...