Le tutele del fideiussore consumatore nell’esecuzione forzata. Corte di Giustizia, 18 febbraio 2016.

Le tutele del fideiussore consumatore nell’esecuzione forzata. Corte di Giustizia, 18 febbraio 2016.

Nella sentenza in allegato la Corte di Giustizia prende posizione, affermandolo come esistente, in merito all’obbligo in capo al Giudice dell’esecuzione di rilevare l’esistenza di clausole abusive all’interno di un contratto concluso con un consumatore, nell’ipotesi in cui detto controllo non sia stato effettuato in precedenza e il contratto abbia condotto all’esecuzione forzata. La vicenda...

La difformità dell’ISC/TAEG nel contratto di mutuo comporta l’applicazione dell’art. 117 comma 7 T.U.B. Tribunale di Cremona, 12 luglio 2018.

La difformità dell’ISC/TAEG nel contratto di mutuo comporta l’applicazione dell’art. 117 comma 7 T.U.B. Tribunale di Cremona, 12 luglio 2018.

L’ISC indicato in contratto deve essere veritiero al fine di offrire piena attuazione al principio di trasparenza. L’indicazione di un TAEG/ISC diverso dal reale è una condotta che viola i precetti normativi posti a presidio della trasparenza delle condizioni contrattuali, poiché è evidente che l’indicazione errata del costo complessivo dell’operazione ne inficia la complessiva trasparenza...

Contratto di mutuo con deposito cauzionale inidoneo a supportare l’esecuzione forzata. Tribunale di Cassino, 11 ottobre 2018.

Contratto di mutuo con deposito cauzionale inidoneo a supportare l’esecuzione forzata. Tribunale di Cassino, 11 ottobre 2018.

Non può essere annoverato nella categoria dei titoli esecutivi di cui all’art. 474 co. 1 n. 2 c.p.c., sicché non può ritenersi di per sé idoneo a sorreggere l’esecuzione forzata con conseguente necessaria declaratoria di sospensione della procedura esecutiva, il contratto di mutuo pur se stipulato per atto pubblico notarile nel quale, sebbene la somma...