Anatocismo ante 2000 – Nullità di ufficio – Piano di rientro e ricognizione di debito non sanabile anatocismo ed altro. Corte d’Appello di Bologna, Sentenza del 10 Ottobre 2018.

Anatocismo ante 2000 – Nullità di ufficio – Piano di rientro e ricognizione di debito non sanabile anatocismo ed altro. Corte d’Appello di Bologna, Sentenza del 10 Ottobre 2018.

L’anatocismo successivo al 2000 è illegittimo nonostante il correntista abbia sottoscritto un piano di rientro con riconoscimento del debito. Infatti, la ricognizione di debito e la dichiarazione di correttezza dell’operato della banca non escludono l’illegittimità dell’anatocismo successivo e precedente il 2000, né sanano gli addebiti per CMS, tassi ultra legali e valute posti in essere...

La Banca deve fornire tutta la documentazione nel rispetto del contratto di mandato. Tribunale di Roma, Ordinanza del 19 Novembre 2018.

La Banca deve fornire tutta la documentazione nel rispetto del contratto di mandato. Tribunale di Roma, Ordinanza del 19 Novembre 2018.

Con l’ordinanza in commento viene puntualmente evidenziata la fondamentale distinzione sussistente tra l’ordine di esibizione documentale previsto ex art. 119 TUB e l’obbligo di rendicontazione gravante sul mandatario ai sensi del contratto di mandato, artt. 1703 ss.; differenza sinora non adeguatamente valorizzata dalla giurisprudenza di merito e di legittimità. PREMESSA Alla luce dell’incertezza del dato normativo di...

Natura dell’indicatore sintetico di costo (ISC) e applicazione della nullita’ex art. 117, comma 6, TUB.  Tribunale di Torino, Sentenza del 14 Novembre 2018.

Natura dell’indicatore sintetico di costo (ISC) e applicazione della nullita’ex art. 117, comma 6, TUB. Tribunale di Torino, Sentenza del 14 Novembre 2018.

ISC è un mero indicatore del costo effettivo del finanziamento, imposto e previsto ai soli fini informativi. Per tale ragione, in caso di differenza tra l’ISC pattuito in contratto e l’ISC in concreto applicato, non trova applicazione la previsione dell’art. 117, comma 6, secondo parte, TUB. Questa, infatti, prevede la nullità delle clausole contrattuali che...

Per il fideiussore estraneo all’attività dell’impresa garantita vale il Foro del Consumatore. Tribunale di Milano, Sentenza del 29 Novembre 2018.

Per il fideiussore estraneo all’attività dell’impresa garantita vale il Foro del Consumatore. Tribunale di Milano, Sentenza del 29 Novembre 2018.

Per individuare il requisito soggettivo della qualità di consumatore nel fideiussore è inconferente il solo richiamo alla posizione del debito garantito; in mancanza di elementi di fatto idonei a verificare se vi siano collegamenti funzionali tra garanzia prestata e debito se il fideiussore non ha sottoscritto l’atto di coobbligazione nella veste di professionista e risulti...

Il piano di ammortamento a rata costante stilato in capitalizzazione composta implica, per costruzione, il fenomeno della capitalizzazione degli interessi e quindi l’anatocismo. Tribunale di Massa Carrara, Sentenza del 07 Novembre 2018.

Il piano di ammortamento a rata costante stilato in capitalizzazione composta implica, per costruzione, il fenomeno della capitalizzazione degli interessi e quindi l’anatocismo. Tribunale di Massa Carrara, Sentenza del 07 Novembre 2018.

La Sentenza in commento, nasce dalla domanda dei mutuatari volta ad ottenere la restituzione degli interessi pagati su un mutuo (ammontanti ad € 42.346,57), ovvero la declaratoria di nullità della clausola interessi in via principale, ex. art. 1815 c.c. per violazione delle soglie di usura di cui all’art. 2 della legge n.108/96 ed in via subordinata perché posta in...

Usura: E’ nullo il patto che prevede interessi moratori oltre soglia. Corte di Cassazione, Ordinanza del 30/10/2018.

Usura: E’ nullo il patto che prevede interessi moratori oltre soglia. Corte di Cassazione, Ordinanza del 30/10/2018.

Con una recente ordinanza del 30.10.2018 n. 27442, la Corte di Cassazione ha statuito la nullità della clausola contrattuale con la quale la Banca conviene con il cliente interessi moratori che eccedano il tasso soglia di cui all’art. 2 della I. 7.3.1996 n. 108, relativo al tipo di operazione cui accede detta clausola. Alla nullità...

Contratto di mutuo con quietanza eterologa rispetto all’atto notarile inidoneo a supportare l’esecuzione forzata. Tribunale di Lanciano, Ordinanza del 28 Settembre 2018.

Contratto di mutuo con quietanza eterologa rispetto all’atto notarile inidoneo a supportare l’esecuzione forzata. Tribunale di Lanciano, Ordinanza del 28 Settembre 2018.

Ai fini dell’attitudine ad avere efficacia di titolo esecutivo ex art. 474 c.p.c, occorre verificare, attraverso l’interpretazione del contratto integrata con quanto previsto nell’atto di erogazione e quietanza o di quietanza a saldo ove esistente, se esso contenga pattuizioni volte a trasmettere con immediatezza la disponibilità giuridica della somma mutuata e se entrambi gli atti,...

Cessione del quinto dello stipendio – Mediatore creditizio che sottoscrive contratto come procuratore speciale del finanziatore – Violazione provvedimento UIC del 29 aprile 2005 – Giudice di Pace di Eboli, Sentenza del 16 Ottobre 2018.

Cessione del quinto dello stipendio – Mediatore creditizio che sottoscrive contratto come procuratore speciale del finanziatore – Violazione provvedimento UIC del 29 aprile 2005 – Giudice di Pace di Eboli, Sentenza del 16 Ottobre 2018.

Con una recentissima sentenza pronunciata dal Giudice di Pace dell’Ufficio giudiziario di Eboli (Salerno), nella persona della dott.ssa Ornella Turco, è stato statuito un principio particolarmente interessante in materia di cessione del quinto dello stipendio/pensione. In primis, il Giudicante ha ribadito il diritto del cliente ad ottenere la restituzione della quota degli oneri versati e non...

Mutuo – Direttiva 93/13 CEE – Trasparenza – Clausole abusive – Nullità – Corte di Giustizia Unione Europea, Sentenza del 20 Settembre 2018.

Mutuo – Direttiva 93/13 CEE – Trasparenza – Clausole abusive – Nullità – Corte di Giustizia Unione Europea, Sentenza del 20 Settembre 2018.

Con tale sentenza la Corte di Giustizia dell’Unione Europea richiama principi ovvi che spesso i Giudici nazionali distratti non applicano al diritto interno, ricordando sul punto come già la Cassazione ha avuto modo di precisare che “…Va rammentato che il dictum della Corte di Giustizia costituisce una regula iuris applicabile dal Giudice nazionale in ogni...

Foro convenzionale: L’utilizzo dell’espressione “per qualsiasi controversia” non attribuisce al foro prescelto carattere di esclusività – Inefficacia della clausola derogativa. Tribunale di Napoli Sezione Specializzata delle Imprese, Ordinanza del 07/10/2018.

Foro convenzionale: L’utilizzo dell’espressione “per qualsiasi controversia” non attribuisce al foro prescelto carattere di esclusività – Inefficacia della clausola derogativa. Tribunale di Napoli Sezione Specializzata delle Imprese, Ordinanza del 07/10/2018.

Il Tribunale di Napoli, Sezione Specializzata in materia di impresa, nella pronuncia in esame, avallando l’orientamento dei Giudici di legittimità ha sancito che, in materia di contratti conclusi mediante la sottoscrizione di moduli o formulari, la designazione  convenzionale di un foro territoriale non attribuisce allo stesso carattere  esclusivo qualora la volonta’ delle parti di escludere...